RELAZIONE ESPERIENZA OGM

“Ragazzi, perché quest’anno non provate un’esperienza diversa ? La Fondazione Golinelli organizza una summer school sugli OGM !” Questo è stato l’invito che ci ha rivolto la mamma di uno di noi nel mese di maggio, poco prima della fine della scuola. Inizialmente le nostre reazioni non sono state molto positive: infatti si trattava per noi di un’esperienza nuova e andavano considerati i tanti viaggi che avremmo dovuto affrontare tutti i giorni per recarci in treno a Bologna. Ma appena si è fatta avanti l’idea di poter passare una settimana in completa autonomia, senza necessità di viaggi in treno e la possibilità di visitare la città, abbiamo cambiato idea. Per fortuna, che lo abbiamo fatto ! Questo corso, infatti, ci ha permesso di arricchire molto le nostre nozioni scientifiche sull’argomento, di visitare laboratori all’avanguardia e di interagire con ricercatori di elevata professionalità. Non di poco conto l’esperienza che abbiamo vissuto anche dal lato umano e personale. Ci siamo dovuti di fatto occupare giornalmente di programmare gli spostamenti, organizzarci per i pasti e per le visite pomeridiane e serali in città e dintorni. Al rientro a scuola, ci è stato inizialmente proposto dai nostri insegnanti di condividere con i compagni di classe quanto appreso. Ma successivamente ci è stato proposto di ampliare il nostro raggio d’azione: è così che, venerdì 6 ottobre dalle 11 alle 13 nell’auditorium della nostra scuola, ci siamo ritrovati davanti a ben 13 classi, a descrivere, anche a ragazzi più grandi di noi, gli esperimenti svolti presso la Fondazione Golinelli durante il corso. Nonostante la profonda emozione, abbiamo dovuto affrontare le nostre paure, imparando così a relazionarci con una platea di centinaia di occhi puntati unicamente su di noi. Si è conclusa così una magnifica esperienza, che ha rafforzato ancora di più le amicizie nel nostro gruppo e che ci ha lasciato la soddisfazione di essere riusciti ad affrontare un impegno, che temevamo potesse essere più grande di noi. Un grazie ai professori, Mazzoldi, Magherini e Cenerelli, che ci hanno permesso di condividere con così tanti compagni la nostra esperienza, e a chi ci ha supportato fin da subito nell’intraprendere questo percorso.

Gli alunni Chiara Bologni, Viola Fontebruna, Lucia Mellini, Marco Pili e Giosuè Sbrocchi

 

2

 

vedi foto